Get Adobe Flash player

Chi siamo

Lo Studio Commerciale Carletti

nasce dall’esigenza di fornire al mercato delle piccole e medie imprese e dei privati un servizio di consulenza di natura fiscale, contrattuale, societaria, amministrativo–contabile, e di natura economico–aziendale, ritagliato sulle specifiche esigenze di ogni cliente

Lo studio si avvale di uno staff di consulenti e collaboratori con specializzazioni professionali ed operative diversificate e complementari.

La mentalità interna allo Studio impone l’attenzione continua alle nuove tecnologie e ai nuovi metodi di lavoro. Infatti, lo Studio si avvale di moderni sistemi informatici, i quali, affinati nel corso degli anni, consentono oggi un rapido accesso a qualsiasi informazione.

Grazie alla sua forte specializzazione in campo tributario, dalla sua fondazione in avanti lo Studio ha svolto un’attività sempre crescente nella consulenza fiscale e nel contenzioso tributario.

 

Studio commerciale associato A.N.COT specializzato in:

fisco

tributi

finanza

 

Sicurezza aziendale

Lo studio Carletti, grazie alla sua esperienza pluriennale, segue la tua azienda negli adempimenti fiscali e tributari  inoltre provvede al reperimento di finanziamenti.

Translator

Ultimi articoli

Studio Carletti

1 settimana 1 giorno fa

Ordinanza 14 Novembre 2017.

Con l'ordinanza del 14 novembre 2017, vengono disciplinate le modalità per la concessione delle agevolazioni previste dal decreto Terremoto n. 189/2016 per il ripristino e il riavvio delle attività economiche operanti nelle zone colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017 di Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria.

Possono essere ammesse alle agevolazioni le iniziative di micro, piccole e medie imprese, danneggiate dai terremoti del 2016 e 2017, che risultino già presenti e operanti nei territori dei Comuni ammissibili alla data dei succitati eventi sismici.
Sono ammissibili alle agevolazioni i programmi di spesa non superiori a 30.000 euro. Tali programmi possono riguardare:
attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti, inclusi mezzi mobili, strettamente necessari e correttamente dimensionati in base al ciclo di produzione;
beni immateriali a utilità pluriennale, ad eccezione di brevetti licenze e marchi;
lavori edili di manutenzione ordinaria entro il limite massimo del 10% del valore degli investimenti ammessi.
I programmi di spesa devono essere:
a) avviati successivamente alla data della dichiarazione di inagibilità;
b) realizzati entro 18 mesi dalla data di comunicazione del provvedimento di ammissione.
Le agevolazioni consistono in un finanziamento agevolato senza interessi del 100% della spesa ammissibile, della durata massima di 10 anni, più 3 anni di preammortamento.